Comune di San Marcello Piteglio


Contesto Pagina

I "Murales" di Lizzano

I "Murales" di Lizzano

I "Murales" di Lizzano

E' nel 1988 che gli artisti del Gruppo Donatello di Firenze furono invitati dal Comune di San Marcello P.se e dal Parroco di Lizzano Don Toccafondi, a realizzare un primo ciclo di pitture murali a Lizzano P.se. L'occasione fu offerta dal ritorno, quarant'anni dopo il passaggio della guerra, di un gruppo di soldati americani guidati come allora dal Sergente Murphy, per una iniziativa di pace nata dal ricordo della guerra combattuta dall'autunno del '44 alla primavera del '45 su queste montagne. Proprio qui, in quei giorni di lotta e di morte, il Sergente Murphy sentì nascere la sua vocazione religiosa. Nella Chiesa di Lizzano P.se, dove si era rifugiato insieme ai suoi uomini, per ripararli sia dal fuoco nemico che dal freddo intenso, fu colpito durante la notte dal crocifisso di Baccio da Montelupo e dalla piccola lampada ad olio del SS Sacramento. Quella piccola luce gli indicò quale sarebbe stata la sua "Strada"e lo ha accompagnato nella sua vita di studente di Teologia, di Sacerdote, e infine di Rettore della Chiesa di S. Giuseppe a Washington. E' per questo che i primi murales furono improntati al tema della vocazione e della pace. Negli anni successivi il Gruppo Donatello, supportato da alcuni cittadini e dal Comune di San Marcello P.se, si è impegnato a continuare l'opera valorizzando temi tipicamente montani come gli antichi mestieri, la flora, la fauna e gli sport. Il Gruppo Donatello nasce circa un secolo fa in Firenze, nella zona comprendente Piazza Donatello, Via degli Artisti, via dei Della Robbia, Piazza Vasari, Piazza Savonarola ecc., area destinata a studi per pittori, scultori e architetti, ceduta a questo scopo dalle autorità cittadine. Il Gruppo ancora oggi svolge un importante ruolo di "coscienza critica" della città ed è in qualche modo il punto di riferimento del pensiero culturale fiorentino.
In Via Sala a Lizzano oggi è possibile ammirare circa 30 "murales"


Validatori