Comune di San Marcello Piteglio


Contesto Pagina

Più risorse per lo Sviluppo

I Fondi Europei - FOCUS: Programmi Europei a Gestione Diretta

I Fondi Europei - FOCUS: Programmi Europei a Gestione Diretta

Manca meno di un anno alla fine dell'attuale programmazione finanziaria settennale europea 2014-2020. Sono quindi attive le ultime tornate di bandi di alcuni programmi comunitari.
In relazione ai programmi comunitari riportati in questo articolo, si riporta il link al portale della Commissione Europea, che contiene tutti i bandi dei programmi comunitari (aperti, previsti o chiusi) Link al sito Funding and Tender Opportunities della CE
Quali sono e come funzionano i fondi europei

Innanzitutto conviene soffermarsi brevemente sulle diverse tipologie di strumenti finanziari utilizzati dall'Unione Europea, catalogabili principalmente come fondi a gestione indiretta (gestiti dalla Commissione europea e dalle autorità degli Stati Membri) e a gestione diretta (gestiti direttamente dalla Commissione europea).

QUALI SONO I FONDI A GESTIONE INDIRETTA?

FONDI STRUTTURALI E DI INVESTIMENTO EUROPEI (SIE)
- Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - FESR
- Fondo Sociale Europeo - FSE
- Fondo di Coesione (non applicabile in Italia)
- Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale - FEASR
- Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca - FEAMP
I 5 fondi SIE attuano la "politica regionale" dell'Unione europea (FESR, FSE, Coesione) con lo scopo di ridurre le disparità economiche, sociali e territoriali tra le varie regioni europee, la politica agricola comune (FEASR) e la politica comune della pesca (FEAMP).
Sono attuati a livello nazionale o regionale (per la Toscana, il livello di attuazione è regionale) attraverso dei Programmi Operativi Regionali (POR). Per la Regione Toscana, abbiamo quindi:
1 POR FESR Crescita e Occupazione (CREO) Link
1 POR FSE Link
1 POR FEASR Link
1 POR FEAMP (fa riferimento a un Programma Operativo nazionale) Link

Una cospicua parte del bilancio UE è assorbita dal Fondo Europeo Agricolo di Garanzia - FEAG, che finanzia in primo luogo i pagamenti diretti agli agricoltori e le misure che regolano o supportano i mercati agricoli.

L'UE agisce in partenariato con altri organismi europei, in particolare con il GRUPPO BEI (composto dalla Banca Europea Investimenti - BEI e dal Fondo Europeo Investimenti - FEI) che eroga finanziamenti, direttamente o per il tramite di banche convenzionate, alle imprese o agli enti pubblici.

Nell'ambito della politica regionale, l'UE si è data 2 obiettivi:
Obiettivo 1: Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione negli Stati membri e nelle regioni, con il sostegno di tutti fondi (FESR, FSE, Coesione)
Obiettivo 2: Cooperazione Territoriale Europea (FESR)
La Cooperazione territoriale europea avviene a livello transfrontaliero (regioni di confine, terrestre e marittimo), transnazionale (aree vaste, che abbracciano più Stati europei), interregionale (coprono tutta l'Europa).

I programmi rilevanti per l'Italia sono:
Cooperazione transfrontaliera (74% delle risorse) Link
- Italia-Francia-Marittimo: copre le province della costa della Regione Toscana (Massa, Carrara, Lucca, Pisa, Grosseto). Non copre la provincia di Pistoia.
Non sono previsti altri bandi fino al nuovo programma 2021-2027

Cooperazione Transnazionale (20% delle risorse)
- Interreg MED Link
Copre l'intera Regione Toscana.
Non sono previsti altri bandi fino al nuovo programma 2021-2027

Cooperazione Interregionale (6% delle risorse)
Copre tutta Europa.
Interreg Europe Link
Urbact Link
Della cooperazione interregionale fanno parte anche Interact Link ed Espon Link, rivolti allo scambio di esperienze e agli studi in tema di sviluppo locale.

Cooperazione Transfrontaliera Esterna
- ENI CBC MED (per la Regione Toscana) Link

QUALI SONO I FONDI A GESTIONE DIRETTA?

Per Fondi a gestione diretta, ci si riferisce principalmente ai Programmi comunitari e alle Azioni.

I PROGRAMMI COMUNITARI o TEMATICI sono ideati, su proposta della Commissione Europea e decisione congiunta del Parlamento europeo e del Consiglio, per l'attuazione delle politiche interne dell'UE.
- HORIZON 2020 SME INSTRUMENT Link
- ERASMUS PLUS Link Link Agenzia Nazionale Link Agenzia Nazionale Gioventù
- EUROPA PER I CITTADINI Link
- CORPO EUROPEO DI SOLIDARIETA' (2018-2020) Link
- PROGRAMMA PER L'AMBIENTE E AZIONE PER IL CLIMA (LIFE) Link
- PROGRAMMA PER L'OCCUPAZIONE E L'INNOVAZIONE SOCIALE Link
- FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE Link
- EUROPA CREATIVA Link
- COSME Link
- DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA Link
- GIUSTIZIA Link
- SALUTE PER LA CRESCITA Link
- AZIONI DI INFORMAZIONE SULLA PAC Link
- PROMOZIONE PRODOTTI AGRICOLI Link

PROGRAMMI DI COOPERAZIONE ESTERNA (per l'attuazione delle politiche esterne dell'UE)

- STRUMENTO PER LO SVILUPPO E LA COOPERAZIONE (DCI) Link
- STRUMENTO PER LA PRE-ADESIONE (IPA) Link
- STRUMENTO EUROPEO DI VICINATO (ENI) Link
STRUMENTO DI PARTENARIATO (PI) Link
- STRUMENTO EUROPEO PER LA DEMOCRAZIA E I DIRITTI UMANI (EIHDR) Link
- STRUMENTO PER LA STABILITA' E LA PACE Link


Le AZIONI sono adottate per un periodo di tempo limitato, e sono spesso funzionali all'istituzione di un programma comunitario. Si tratta in particolare di Progetti pilota, Azioni preparatorie, Misure preparatorie (Title V TEU) e Azioni one-off di durata indefinita.

ALCUNE REGOLE COMUNI SUI PROGRAMMI EUROPEI

- sono adottati (a differenza delle azioni) tramite un programma pluriennale, che si basa su un atto (Regolamento o Decisione) emanato dalla Commissione Europea
- sono finalizzati ad attuare le politiche europee, nei vari settori di competenza (ricerca, istruzione, ambiente, trasporti, ecc.)
- sono gestiti direttamente dalla Direzioni generali della Commissione europea competenti per materia o da Agenzie da essa delegate
- utilizzano le "sovvenzioni" (grants), come modalità di erogazione delle risorse. La CE eroga un co-finanziamento che mediamente copre dal 35% al 100% dei costi ammissibili e ha natura non commerciale (non deve generare profitto). Le sovvenzioni possono rivestire una delle seguenti forme: a) rimborso di una specifica percentuale dei costi eleggibili sostenuti; b) rimborso sulla base di costi unitari prefissati; c) lump sum (forfait); d) flat-rate (percentuale sui costi ammissibili); e) combinazione delle forme sopra dette.
- sono attuati attraverso due principali modalità. A) "invito a presentare proposte" (call for proposal): il progetto è definito dal partenariato, nel rispetto delle indicazioni della CE, secondo il principio del cofinanziamento. B) "gare di appalto" (call for tender): il progetto è definito dalla CE nei dettagli nel relativo bando e riguarda l'erogazione di servizi, beni oppure l'esecuzione di lavori per garantire lo svolgimento delle operazioni delle istituzioni e dei programmi europei. Gli aggiudicatari sono pagati per l'esecuzione della loro prestazione secondo le regole di mercato.
- richiedono la costituzione di partenariati transnazionali (generalmente, tre o più Stati membri dell'UE, Paesi EFTA/SEE (Norvegia, Liechtenstein, Islanda), Svizzera, e in alcuni casi, di Paesi Terzi.
- I costi generalmente ammissibili riguardano spese di personale, viaggi, vitto e alloggio, e spese riferibili ad attività "soft" (ad esempio, scambi di esperienze e di migliori pratiche, organizzazione di seminari e convegni, studi o progetti di animazione territoriale, idee innovative); più raramente, coprono costi di infrastrutture.
- La sovvenzione può finanziare: A) un'azione destinata a promuovere la realizzazione di un obiettivo che si iscrive nel quadro di una politica dell'UE (sovvenzione per azione); B) il funzionamento di un organismo che persegue uno scopo di interesse generale europeo o un obiettivo che si iscrive nel quadro di una politica dell'UE (sovvenzione di funzionamento).
- Il progetto deve essere presentato, per la valutazione ed eventuale selezione, su formulari standard (amministrativi, tecnico-descrittivi e finanziari) predisposti per i differenti programmi. I progetti selezionati devono avere elevato valore innovativo e un valore aggiunto europeo, ovvero le soluzioni prospettate per raggiungere gli obiettivi dell'Unione europea devono essere validi anche per più Stati membri.
- In caso di approvazione del progetto la Commissione stipula con il beneficiario (o coordinatore del progetto) una Convenzione ("Grant Agreement"), che lo obbliga a realizzare le attività previste secondo quanto descritto nella proposta di progetto presentata. E' necessario dimostrare in che modo i fondi a disposizione permetteranno di raggiungere gli obiettivi prefissati. Il finanziamento, erogato in una o più tranche, è assegnato solitamente attraverso un anticipo e un successivo saldo, previa dimostrazione delle spese effettuate.


Validatori