Comune di San Marcello Piteglio

Calendario Eventi

« Gennaio 2018 »
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Contesto Pagina

In primo piano

ELEZIONI CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA.

ELEZIONI CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA.

Il Presidente della Repubblica con decreti del 28/12/2017, ha proceduto allo scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati convocando i comizi elettorali per domenica 4 marzo 2018.

Si vota un unico giorno.
I seggi sono aperti Domenica 4 MARZO 2018 dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

MANIFESTO INDIZIONE COMIZI (42 Kb - pdf)


APERTURE STRAORDINARIE DELL'UFFICIO ELETTORALE
Al fine di garantire il rilascio delle certificazioni di iscrizione nelle liste elettorali, in occasione della presentazione delle candidature, l'ufficio elettorale comunale, sito in San Marcello Pistoiese, Via P. Leopoldo, 10/24 sarà aperto in via straordinaria con il seguente orario:
- GIOVEDI 25, VENERDI 26 E SABATO 27 GENNAIO: dalle ore 8.30 alle ore 18.00 ininterrottamente;
- DOMENICA 28 GENNAIO: dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ininterrottamente;
- LUNEDI 29 GENNAIO: dalle ore 8.00 alle ore 20.00.


CLICCARE SU "CONTINUA" PER VISUALIZZARE ULTERIORI INFORMAZIONI E LA RELATIVA MODULISTICA.
VOTO CITTADINI RESIDENTI ALL'ESTERO (A.I.R.E.)

I cittadini italiani residenti all'estero (AIRE) possono votare per corrispondenza, salvo che esercitino il diritto di opzione per votare in Italia, nel proprio seggio elettorale.
Per fare ciò devono far pervenire entro il 10° giorno successivo all'indizione delle elezioni 8/01/2018, il modello per l'opzione al Consolato operante nella circoscrizione di residenza mediante consegna a mano o per invio postale o telematico, unitamente a copia non autenticata del documento di identità dell'elettore che sottoscrive e può essere revocata entro lo stesso termine.

Modello opzione (378 Kb - pdf)


Elettori italiani momentaneamente all'esterno (salute, studio, lavoro)

I cittadini italiani che, per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano per un periodo di almeno 3 mesi all'estero, gli appartenenti alle Forze Armate e di polizia temporaneamente all'estero per lo svolgimento di missioni internazionali, nonché i loro familiari conviventi che si trovano all'estero nel momento in cui ricade la data di svolgimento del Referendum possono votare per corrispondenza.

Per fare ciò è necessario trasmettere al Comune di iscrizione elettorale la specifica OPZIONE entro il 31 gennaio 2018: la richiesta vale solo per l'elezione in oggetto ed è revocabile entro lo stesso termine.

L'opzione può essere presentata anche se l'interessato non si trovi già all'estero al momento della domanda stessa, purché il periodo previsto e dichiarato di temporanea residenza all'estero comprenda la data stabilita per il referendum.

L'opzione, redatta in carta libera, corredata di copia del documento valido di identità dell'elettore, deve contenere l'indirizzo estero cui deve essere inviato il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti previsti dall'art. 4 bis, comma 1 , L. 459/2001 rilasciata ai sensi degli articoli 46 e 47 DPR 445/2000.

L'opzione deve essere trasmessa al Comune che si occuperà di inviarla al Consolato competente.

Modello opzione di voto all'estero. (535 Kb - pdf)


AUTENTICHE E SOTTOSCRIZIONI DELLE LISTE ELETTORALI

A norma dell'art. 14,comma 1, L. 53/1990 e s.m.i., "Sono competenti ad eseguire le autenticazioni [ ....] i notai, i giudici di pace, i cancellieri e i collaboratori delle cancellerie delle corti di appello dei tribunali e delle preture, i segretari delle procure della Repubblica, i presidenti delle province, i sindaci, gli assessori comunali e provinciali, i presidenti dei consigli comunali e provinciali, i presidenti e i vicepresidenti dei consigli circoscrizionali, i segretari comunali e provinciali e i funzionari incaricati dal sindaco e dal presidente della provincia. Sono altresì' competenti ad eseguire le autenticazioni di cui al presente comma i consiglieri provinciali e i consiglieri comunali che comunichino la propria disponibilità', rispettivamente, al presidente della provincia e al sindaco.
L'art. 6, comma 7, L. 165/2017 con disposizione transitoria, riferita esclusivamente a queste consultazioni, estende la capacità di autenticare le sottoscrizioni nel procedimento elettorale agli avvocati abilitati al patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori iscritti all'albo di un distretto rientrante nella circoscrizione elettorale.

ATTENZIONE: i pubblici ufficiali sono titolari del potere di autenticare le sottoscrizioni esclusivamente all'interno del territorio di competenza dell'ufficio di cui sono titolari o ai quali appartengono.
Nel caso di autentica di sottoscrizione effettuata dai consiglieri provinciali e comunali, la norma dispone che deve essere previamente comunicata la propria disponibilità, rispettivamente, al presidente della provincia ed al sindaco: le sottoscrizioni raccolte antecedentemente a tale dichiarazione sono nulle.
Le sottoscrizioni e le relative autenticazioni sono nulle se anteriori al 180°giorno precedente il termine fissato per la presentazione delle candidature.



Validatori